Comunicare il progetto: la Terramara ha fatto tappa a Nonantola

Martedì 28 marzo lo scavo è stato presentato presso l’aula didattica del Museo di Nonantola (Mo), grazie all’invito del gruppo ArcheoNonantola. Simone Bergamini ed io abbiamo potuto raccontare, a un pubblico molto numeroso e interessato, sia la ricerca scientifica che l’aspetto di Archeologia Partecipata caratterizzanti il progetto.

L’invito è arrivato in seguito alla visita alla Terramara del presidente di ArcheoNonantola, assieme ad alcuni soci, durante la campagna 2016, dove hanno potuto vedere in prima persona ciò che accade a Pilastri, a partire dall’accoglienza presso il front office, all’accompagnamento verso il sito, alla visita degli scavi, all’esplorazione dei laboratori scientifici che si svolgono in contemporanea alle attività sul campo. Affascinati da tutto questo, i nostri visitatori Nonantolani ci hanno poi contattati per invitarci a raccontare a tutto il gruppo la nostra esperienza, così martedì sera alle 21 è stato presentato il progetto nella sua interezza, dalla storia del sito e degli studi, alle recenti campagne, all’aspetto “aperto” e comunicativo, sottolineando l’importanza di un approccio all’archeologia che integri la ricerca scientifica con la valorizzazione e divulgazione di ciò che si studia, al fine di coinvolgere la comunità di grandi e piccoli, i visitatori, i turisti.

Un excursus che ha appassionato i presenti, i quali al termine della presentazione, incuriositi dal racconto, hanno voluto approfondire alcuni degli aspetti affrontati, rivolgendo domande ai relatori e avviando un dialogo coinvolgente.

Per noi è stata davvero una bella serata e siamo entusiasti dell’interesse che ci è stato dimostrato. Con queste poche righe, a nome di tutto il team, vogliamo ringraziare con il cuore il gruppo ArcheoNonantola per l’invito e per la splendida accoglienza che ci ha riservato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *