Categoria: Ricerca

Testo di Roberta Busato e Stefania Candeo.   Quelli che di voi hanno letto il diario della seconda settimana di scavo, si ricorderanno di come si fosse conclusa con una “bella” tromba d’aria. Per questo motivo lunedì mattina, invece di impugnare la nostra fidata trowel, ci siamo armati di sessole e secchi per togliere tutta […]

Read More

Il gambo di un lungo spillone in bronzo, per la sua posizione particolare al momento del ritrovamento, fa pensare a un’offerta rituale alle divinità di 3500 anni fa! Il prof Massimo Vidale ci racconta del rinvenimento e dell’ipotesi interpretativa.

Read More

Cosa fanno gli archeologi di Pilastri in una settimana di lavoro? Dallo scavo al laboratorio, alla didattica e ai momenti conviviali, le attività che svolgiamo sono tantissime. Scopritele in questo post scritto da due nostre archeologhe della campagna 2017.

Read More

Nel primo numero di Archeostorie. Journal of Public Archaeology, presentato il 18 febbraio al TourismA di Firenze, raccontiamo in un articolo la nostra esperienza di Archeologia Partecipata.

Read More

Oltre 80 persone curiose e entusiaste hanno partecipato giovedì 1 dicembre alla tavola rotonda che si è tenuta a Bondeno, dedicata all’eccezionale scoperta del consumo di vino alla Terramara di Pilastri, uno dei più antichi finora attestati in Nord Italia.

Read More

Le visite guidate per adulti e bambini organizzate il 23 ottobre scorso hanno interessato e coinvolto attivamente i visitatori, i quali hanno potuto sia vedere gli scavi che toccare con mano l’archeologia attraverso i laboratori didattici.

Read More
Archeologia e storia della bassa valle del Po - copertina

L’archeologia e la storia della bassa valle del Po protagoniste di un nuovo volume, presentato dal prof. Livio Zerbini (Unife) il 15 ottobre alla Sala 2000 di Bondeno.

Read More

La Terramara di Pilastri ha una sua mascotte ufficiale: il cranio di un cagnolino vissuto negli ultimi tempi dell’età del Bronzo nel nostro villaggio è stato adottato dal team di scavo e ribattezzato “Nitzi”, in ossequio al più celebre e più antico Uomo del Similaun (e non solo). Da oggi Nitzi figura tra le attrattive a disposizione dei giovanissimi visitatori del sito archeologico.

Read More
rosso della terramara

Secondo gli archeologi, nel corso del XIII secolo a.C. gli abitanti delle Terramare abbandonarono gradualmente l’uso di consumare bevande fermentate fatte con il frutto selvatico del corniolo, per assaporare il vino.

Read More